Home > Attività sul territorio > Didattica > Incontro sul tema "Novant’anni dopo. La nascita del Museo...
09/11/2017

Incontro sul tema "Novant’anni dopo. La nascita del Museo Napoleonico"

Prima sala del Museo Napoleonico negli anni Venti
Tipologia: Iniziativa didattica

Incontro per docenti e studenti universitari a cura di Fabio Benedettucci e Marco Pupillo

Hashtag: #educaroma

La prima inaugurazione al pubblico del Museo Napoleonico risale al 28 ottobre 1927, esattamente 90 anni fa. Frutto delle donazioni dei fratelli Giuseppe e Luigi Primoli, discendenti dei Bonaparte per parte di madre e appassionati collezionisti di opere d’arte, cimeli e oggetti riguardanti Napoleone e la famiglia Bonaparte, il Museo occupava all’epoca quattro sale al pianterreno del Palazzo Primoli. Grazie alle somme di denaro lasciate da Giuseppe Primoli, nei primi anni di vita il Museo poté arricchire le proprie collezioni con l’acquisto di importanti nuclei di opere d’arte, come i cimeli della regina di Napoli Carolina Bonaparte, gli oggetti appartenuti al figlio di Napoleone, il cosiddetto Re di Roma, o l’album di disegni della bottega dei Valadier; nello stesso periodo, sotto la direzione di Diego Angeli, singolare intellettuale di inizio Novecento, furono appositamente realizzati arredi in stile e il percorso di visita del museo – ampliato nel 1934 con l’apertura di nuove sale - fu migliorato con l’esecuzione di copie e calchi di opere significative.
Attraverso testimonianze dell’epoca (immagini, articoli di giornale, documenti), che ne consentiranno la contestualizzazione nella politica culturale d’età fascista, l’incontro ripercorrerà gli anni della fondazione del Museo, prendendo avvio dalle complesse vicende familiari che precedettero l’inaugurazione per giungere al periodo immediatamente successivo alla seconda guerra mondiale.
Fabio Benedettucci, storico dell’arte e curatore del Museo Napoleonico, è autore di articoli e saggi apparsi in cataloghi di mostre e pubblicazioni specializzate.
Marco Pupillo, storico dell’arte, è curatore del Museo Napoleonico. Autore di numerose pubblicazioni, si è occupato di artisti attivi a Roma tra Cinque e Seicento e in epoca napoleonica e di storia del collezionismo a Roma e in Veneto.

Info

Orario

Giovedì 9 Novembre 2017
ore 16.00

durata: circa 90 minuti

Le date degli appuntamenti potrebbero subire variazioni che saranno indicate sulle pagine web della Sovrintendenza e del Sistema Musei Civici e comunicate tramite e-mail.

Biglietto iniziativa

Incontri gratuiti con prenotazione obbligatoria.
Per prenotare telefonare al numero 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00)
Numero di persone limitato a seconda dell'incontro.

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica (magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); Architettura- Restauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.

Informazioni e prenotazioni

Tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

Prenotazione obbligatoria: max 50 persone

Organizzazione

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Progetto a cura di Nicoletta Cardano

Il ciclo I luoghi della scienza a Roma. Collezioni e musei è ideato e curato da Federica Favino, Dipartimento di Storia, Culture, Religioni - Sapienza Università di Roma.
Il ciclo La città delle donne: fonti e narrazioni è ideato e curato dalla Società Italiana delle Storiche.
Collaborano alla realizzazione del programma i Volontari del Servizio Civile Nazionale, progetto della Sovrintendenza Capitolina “Educhiamo Insieme”.
Si ringrazia la Fondazione Primoli.

Attività correlate